Cos'è lo Jyotiṣa ? 6

Jyotiṣa: L'antica astrologia dello Yoga, della meditazione e dell'Ayurveda

L’astrologia Vedica è una scienza tradizionale dell’India che si tramanda da millenni. 

Tradizionalmente (in India) l’Astrologia Vedica è chiamata Jyotiṣa.  

Jyotiṣa è una parola sanscrita, che ha i seguenti significati:

indica ogni forma di luce, di lucentezza che emana dal cielo, sia direttamente che riflessa su altri oggetti. Dunque il Sole, la Luna che ne riflette i raggi, i Pianeti, le Stelle, il fuoco e l’elettricità.

è in realtà ogni cosa che possiamo vedere, perché è la luce che ci permette di farlo. Perciò jyotiṣa indica anche la capacità di vedere, il senso della vista, l’occhio che assorbe la luce e ce la presenta in forme e colori differenti.

rappresenta la luce come principio divino della vita, come sorgente di coscienza e di intelligenza, il lume della ragione.

è la scienza del movimento dei corpi celesti (l’astronomia)

è la scienza di come i corpi celesti intervengono nel Karma individuale e collettivo (l’astrologia)

L’Astrologia Vedica – ovvero che proviene dai Veda – è l’Astrologia dello Yoga.

I Veda sono la letteratura dell’India antica. Sono scritti in lingua sanscrita, considerata la madre di tutte le nostre lingue indoeuropee. 

I Veda sono la letteratura madre dello Yoga, dell’Ayurveda (la medicina indiana), del Vastu (architettura energetica tipo feng-shui) e della meditazione.

Sapevi che la tradizione orale dei canti vedici è stata dichiarata, dal 2008, dall’Unesco patrimonio intangibile dell’umanità? 

Veda viene dalla radice sanscrita √vid- (lat. Video). 

Significa visione, sviluppo di una conoscenza realizzata. Il suo scopo è quello ampliare la visione, aprire gli occhi (veda-cakshur).

L’idea dei Veda è di ampliare la visione – non di creare una visione dogmatica o settaria della realtà. 

Lo stesso vale quindi per l’Astrologia vedica: è fatta per ampliare la tua conoscenza, la tua percezione di te e la tua visione del mondo. 

I Veda è un corpus letterario immenso. Tramandato oralmente, da tempo senza inizio (per la tradizione i Veda nascono con la creazione). 

Se ci pensi è vero, la conoscenza è presente da quando ci sono oggetti da conoscere e da quando ci sono coscienze che possono conoscere. 

La tradizione sostiene questi testi siano stati messi per iscritto più di 5000 anni fa, ma che siano stati tramandati da decine di migliaia di anni.

L’Astrologia Vedica è parte di questa antichissima cultura che è arrivata praticamente intatta ai giorni nostri.

La "culla della civiltà" e le nostre origini culturali orientali

Abbiamo studiato nei libri di storia che le nostre origini sono in medio-oriente, ma in realtà le nostre vere radici si spingono (e per molti è un “fastidio”) molto più ad Est. 

Le radici troppo orientali sono scomode perché decentrano l’Europa dal suo europocentrismo centenario. Vizietto che ci ha fatto chiamare per centinaia di anni “Storia” solo la storia dell’Europa e “Filosofia” solo la storia della filosofia europea, cancellando dai nostri studi la storia e la filosofia dell’oriente. Cosa non da poco, se ci pensi…

Chi di voi non ricorda la prima civiltà che abbiamo studiato in un libro di storia alle elementari (e poi alle medie, e poi alle superiori, e forse all’università)? 

Sì, esatto, quella tra il Tigri e l’Eufrate 😊 Ammissibile (vero?) perché ancora nel ai limiti del mediterraneo.

Oh, il mediterraneo…la “culla della civiltà”! Ma siamo sicuri? 

Comunque poche pagine per la Mesopotamia e per i babilonesi, qualche pagina in più per gli egizi, per poi di nuovo vertere verso greci e romani, decisamente più vicini.

Per non parlare delle scomode radici religiose ebraiche, sempre mediorientali, che hanno poi fortunatamente dato vita al cristianesimo un “upgrade” europeo della religione.

Sì ok, ora esagero. Ma se ci pensi bene ci sono sottili verità nelle mie parole: abbiamo dimenticato le nostre origini orientali.

In altre parole: la storia e la filosofia dell’India è la TUA cultura almeno quanto lo è Socrate e Platone.

Te lo devo dire anche se è scomodo: la civiltà che risiedeva nel sub-continente indiano millenni orsono è la madre delle nostre civiltà antiche, è la nostra radice culturale. 

Il sanscrito (o il vedico), la lingua dei testi di questa cultura, è considerato la madre delle nostre lingue indo-europee. 

L’Astrologia Vedica fa parte di queste tue radici dimenticate. 

Jyotiṣa e l’Astrologia "occidentale"!

Purtroppo l’Astrologia Vedica è poco conosciuta e spesso la si confonde con l’astrologia a cui siamo abituati in occidente. 

Niente di più sbagliato… seppure l’Astrologia “occidentale” e l’Astrologia Vedica siano “lontane sorelle” hanno una storia completamente differente.

Immagina due fratelli gemelli separati alla nascita. 

Il primo fratello vive una vita nella sua terra, con i suoi genitori, all’interno della sua cultura. 

Nasce in un ambiente naturale e si sviluppa sano e forte. Questo è il contesto in cui è nata e si è sviluppata l’Astrologia Vedica. 

L’altro fratello viene abbandonato, portato all’estero, in una terra straniera e ostile. 

Vive una vita difficile e piena di stenti. Diventa un latitante, si deve nascondere, deve cambiare forma e identità. 

Nella sua strada incontra cattive frequentazioni (magia, superstizione e scaramanzia). 

Questa è la difficile storia l’astrologia “occidentale”.

Ti assicuro che è una differenza non da poco.

Perché diciamocelo francamente: mentre in oriente l’astrologia era considerata una scienza tradizionale nobile portata avanti da persone di grande cultura; qui in occidente l’astrologia è qualcosa da chi è quantomeno (per essere comunque gentili ) un po’ “strano”. 

Non è l’astrologia…come la intendiamo in occidente!

L’Astrologia “occidentale” ha iniziato il suo viaggio in India e passata per i Babilonesi. 

Poi andata in Grecia e in seguito ripresa dagli arabi. Di nuovo adottata dagli elleni e ancora arabi e ancora greci. 

L’Astrologia “occidentale” ha dovuto poi affrontare le grandi sfide del medio-evo, dell’inquisizione, dell’illuminismo e del positivismo. 

L’Astrologia in occidente è arrivata a noi dall’India, sì, ma filtrata, modificata, censurata, distorta, frammentata, mutilata, mischiata alla superstizione medioevale e così via. 

Più il tempo è passato e più i “due gemelli” sono diventati persone completamente diverse!

Quanto è rimasto nell’astrologia “occidentale” della scienza madre narrata dai Veda, la letteratura più antica dell’umanità? Ben poco… 

Come ti accorgerai dai miei lavori, la tradizione dell’astrologia indiana è molto diversa. 

Qui non parlo solo al modo in cui questa si è tramandata e ha mantenuto la sua scientificità tradizionale ma anche delle tecniche astrologiche e della precisione con cui arriva a risultati concreti.

Come ti ho detto l’Astrologia Vedica ha avuto un’altra storia. Infatti è rimasta intatta, si è trasmessa con lo stesso metodo con cui i testi vedici sono arrivati fino ai noi ai giorni nostri. 

Ti sei mai chiesto perché sappiamo pochissimo della civiltà babilonese, degli egizi, dei maya, dei fenici e così via? Eppure non erano civiltà più antiche della civiltà vedica….

Alcune di queste grandi civiltà, che hanno dominato vaste terre ed erano sicuramente detentrici di grande cultura, sappiamo poco o niente.

Mentre della civiltà vedica abbiamo un patrimonio quasi intatto. Perché?

La differenza sta nel metodo di trasmissione della conoscenza che è stato utilizzato nell’India antica. 

Non parlo di storiografia (la datazione non era il forte degli antichi indiani), parlo della tradizione stessa, dei suoi aspetti essenziali di cui l’astrologia ne era parte importante.

Usi e costumi nell'antica India

In India l’astrologia non è mai stata censurata, non è mai stata considerata eterodossa. Non ha mai sentito la necessità di divenire ermetica per proteggersi da una morte certa, come è avvenuto per l’astrologia occidentale. 

Ha sempre fatto parte degli usi e dei costumi sia dell’aristocrazia che del popolo in generale. 

Era considerato un fattore indispensabile per misurare la “qualità del tempo” (e non solo la quantità misurata dagli orologi) e sfruttare quindi il fatto che tempi diversi producono risultati diversi e che il tempo ha in sé la descrizione della sua qualità.  

Probabilmente hai già sentito parlare dello Yoga e dei suoi benefici. Anche lo Yoga è una scienza millenaria che viene tramandata da tempo immemorabile e le cui origini scritte sono codificate nei testi sanscriti come la Bhagavad-gītā  e lo Yoga-sūtra di Patañjali. 

Allo stesso modo l’Astrologia Vedica ha testi molto antichi che ne canonizzano le regole e le pratiche. 

Troviamo la presenza dell’Astrologia Vedica già nel Ṛg Veda per la scelta dei momenti giusti per compiere azioni importanti per il mantenimento della vita, dello stato e del cosmo. 

Nei Purāṇa (un altro tipo di letteratura indo-vedica) vediamo l’Astrologia “in azione” utilizzata dai re per effettuare importanti decisioni politiche oppure applicata per pre-vedere il potenziale di un bambino per indirizzarlo verso la sua strada.

Infatti nell’antichità uno dei riti iniziatici fondamentali che ogni bambino indiano doveva passare dopo la nascita era la cerimonia del Nāmakaraṇa (let. dare il nome). Il nostro nome è un mantra che sentiremo tutta la vita perché gli altri ci chiameranno così quando hanno bisogno di noi. 

L’Astrologo Vedico calcolava questo nome in base al beneficio che questo suono avrebbe avuto sul karma nel nativo, allo scopo di potenziare i suoi talenti e ridurre i suoi blocchi.

L’Astrologia è stata da sempre mezzo di counseling e l’applicazione moderna più importante è quella di indirizzarti a conoscere meglio te stesso allo scopo di usare in modo efficace le possibilità nascoste e le forze latenti della tua vita.
 

L'Astrologia Vedica in soli 11 minuti!

L’Astrologia Vedica è l’antica Astrologia dello Yoga e vanta quindi una tradizione millenaria. 

Negli antichi Veda era considerata una scienza che studiava (insieme all’Astronomia) l’aspetto quantitativo e qualitativo del tempo.

La Carta Natale Vedica è la fotografia del tuo Karma su cui i Pianeti “imprimono” il tuo destino nel momento della tua nascita, ovvero quando esci fuori dalla “camera oscura” del ventre materno.

Una metafora incredibile se ci pensi. Prima di nascere la nostra mente è come un rullino fotografico completamente neutro. In seguito i Pianeti “imprimono” nella nostra Carta Natale le loro informazioni karmiche che determineranno il nostro destino in questa vita.  

Se vuoi approfondire guarda questo video (ecco un altro omaggio per te!) che è parte di un seminario di 2 giorni che ho tenuto a Ravenna nel 2016. 

In soli 11 minuti ti parlo degli aspetti cardine dell’Astrologia Vedica!

In particolare nel video ti spiego i 3 tipi di Karma che devi conoscere per sapere come indirizzare la tua vita e investire al meglio la risorsa più importante e preziosa che hai: il tempo. 

Inoltre ricordati che ci sono 3 strategie per affrontare questi 3 tipi di karma: accettare il karma fisso, agire per risolvere il karma mobile e sforzarsi per cambiare il karma semi-mobile.

Ok, ora conosci cos’è l’Astrologia Vedica e il prossimo step è conoscere il Pianeta del Destino.

Infatti ho creato un percorso basato sull’antica scienza tradizionale dell’Astrologia Vedica in cui ti parlo dei 3 aspetti più importanti dell’Astrologia Vedica che dovresti assolutamente conoscere. In particolare ti parlo del Pianeta del Destino, l’aspetto più importante ed essenziale.

Così se ancora non lo hai fatto scarica la miniguida gratuita: “Dimmi il tuo Pianeta del destino e ti dirò chi sei!