Cos'è lo Jyotiṣa ? 6

Lo Jyotiṣa– ovvero l’Astrologia Vedica (che proviene dai Veda), l’Astrologia dello Yoga, lo Yoga delle Stelle – è la scienza che studia l’aspetto Quantitativo (astronomia) e, soprattutto, Qualitativo (astrologia) del Tempo, attraverso l’analisi dei movimenti planetari lungo la cintura che creano le stelle fisse. E’ una scienza molto antica, ma molto precisa ed efficace. Vediamone prima di tutto l’etimologia.

Jyotiṣa è una parola sanscrita, che ha i seguenti significati:

  • indica ogni forma di luce, di lucentezza che emana dal cielo, sia direttamente che riflessa su altri oggetti. Dunque il Sole, la Luna che ne riflette i raggi, i Pianeti, le Stelle, il fuoco e l’elettricità.
  • è in realtà ogni cosa che possiamo vedere, perché è la luce che ci permette di farlo. Perciò jyotiṣa indica anche la capacità di vedere, il senso della vista,  l’occhio che assorbe la luce e ce la presenta in forme e colori differenti.
  • rappresenta la luce come principio divino della vita, come sorgente di coscienza e di intelligenza, il lume della ragione.
  • è la scienza del movimento dei corpi celesti ( l’astronomia)
  • è la scienza di come i corpi celesti intervengono nel Karma individuale e collettivo (l’astrologia)

Cos'è lo Jyotiṣa ? 5


Niente Magia, Scaramanzia o Superstizione!

Jyotiṣa è una Scienza. Si basa su uno studio accurato dell’astronomia e della relazione che i corpi celesti hanno sul nostro destino, attraverso gli antichi testi sapienziali indiani, i Veda. Quindi:

  • NON è Magia: non c’è niente di “esotico” o “strampalato” che con qualche incantesimo o formula farà miracoli. L’Astrologia Vedica è lo studio del proprio Karma, allo scopo di conoscere i propri talenti e usarli al meglio e superare i blocchi che non ci permettono di essere sereni. Niente sortilegi, fatture e scope per volare. Quelle le lasciamo alle streghe.
  • NON è Scaramanzia: non si tratta di fortuna o sfortuna, malocchi o strani rituali popolari basati sulla paura dell’ignoto. L’Astrologia Vedica è lo studio scientifico e razionale dell’interazione delle energie planetarie e delle ripercussioni che queste hanno sulla nostra vita, allo scopo di comprenderle, riconoscerle e “cavalcarle” nel modo migliore. I cornetti, i ferri di cavallo e i peperoncini li lasciamo ad altri.
  • NON è Superstizione: non si tratta di vedere il nostro futuro, spaventandoci se questo è problematico o rallegrandoci se presenta buone nuove. Non è fatalismo, non è la ricerca di un “destino che si auto-avvera” generato dalle parole di un indovino. Non ha niente a che vedere con i tarocchi o con la rubrica di astrologia che trovate nei cruciverba, in TV o nelle riviste. L’Astrologia Vedica ci spiega la logica che tesse le nostre vite.  Ci rivela che il nostro destino è il prodotto dei nostri atti e che cambiando il nostro modo di vedere il mondo – e di conseguenza il nostro modo di agire –  possiamo dirigere la rotta della nostra vita verso la migliore versione di noi stessi.


Jyotiṣa come Astrologia Vedica (cioè dello Yoga)

Lo Jyotiṣa chiamata Astrologia Vedica – ovvero che proviene dai Veda – è l’Astrologia dello Yoga.

I Veda sono la letteratura dell’India antica. Sono scritti in lingua sanscrita, considerata la madre di tutte le nostre lingue indoeuropee. La tradizione orale dei canti vedici è stata dichiarata, dal 2008, dall’Unesco patrimonio intangibile dell’umanità

Veda viene dalla radice sanscrita √vid- (lat. Video). Significa visione, sviluppo di una conoscenza realizzata. Il suo scopo è quello ampliare al visione, aprire gli occhi (veda-cakshur).

Si tratta di un corpus letterario immenso. Tramandato oralmente, da tempo senza inizio. Per la tradizione i Veda nascono con la creazione. Ovvero la conoscenza è presente da quando ci sono oggetti da conoscere e da quando ci sono coscienze che possono conoscere. La tradizione sostiene che siano stati messi per iscritto più di 5000 anni fa.

L’Astrologia come parte dei Veda

L’astrologia vedica fa parte integrante dei Veda. Più in particolare è uno dei 6 vedānga.

I Vedāṅga (lett. “membra dei Veda”) sono sei trattati/manuali vedici che si occupano di argomenti di fonetica, precetti rituali, linguistica e grammatica, etimologia e lessicografia, prosodia, astronomia, e astrologia.

Lo Jyotiṣa è l’occhio dei veda, la scienza del tempo. È lo studio scientifico dell’astronomia e dell’astrologia.

Cos'è lo Jyotiṣa ? 4

I Sei aspetti dell’Astrologia Vedica

Il Jyotiṣa è diviso in 6 parti o ṣaḍaṅga (6 membra):

  • Gola: scienza dell’astronomia.
  • Gaṇita: matematica e calcoli.
  • Jātaka: interpretazione dell’oroscopo individuale.
  • Praśna: interpretazione del cielo al momento in cui una domanda «nasce».
  • Muhūrtā: astrologia elettiva. Selezione di momenti di buon auspicio per iniziare attività importanti per assicurare il successo e la felicità.
  • Nimitta: la scienza dei segni meteorologici, dei fenomeni naturali e delle eclissi.

Jyotiṣa come scienza tradizionale millenaria

Lo Jyotiṣa è una scienza millenaria e molto precisa, che viene da una Tradizione autentica, che si basa filosoficamente sulla Legge del Karma e sul Libero Arbitrio, ovvero la nostra capacità di cambiare coscientemente il nostro destino e superare i nostri limiti.

Di tante culture antiche sappiamo poco o niente (egizi, babilonesi, maya, ecc..).  Mentre la cultura vedica è arrivata a noi attraverso un sistema di conservazione: la guru-parampara, ovvero la tramandazione orale da guru/maestro a discepolo. Questo ha reso possibile che la cultura vedica, la cultura più antica che conosciamo sulla faccia della terra, sia arrivata ai giorni d’oggi intatta.


L’influsso degli Astri nell’Astrologia Vedica

Lo Jyotiṣa, l’Astrologia Vedica, parte dal presupposto che i Corpi Celesti hanno un influsso su di noi

Ad esempio, Luna influenza le maree. Muove grandi masse d’acqua e le coordina attraverso le sue fasi, in cui mostra più o meno il suo volto, tra una Luna Piena e una Luna Nuova. L’Astrologia Vedica considera la Luna come responsabile del movimento dei liquidi corporei e delle “fasi della mente”.

Ma non solo. Il Sole scandisce il nostro tempo, dividendolo tra giorno e notte. Divide il nostro anno, allontanandosi o avvicinandosi (da un ottica geocentrica), creando la danza delle Stagioni. L’Astrologia Vedica considera il Sole come creatore del ritmo che sostiene il nostro ritmo vitale. Un tempo questo era chiaro a tutti, prima che creassimo luci artificiali e ci imprigionassimo in ritmi frenetici e innaturali. 

Questo vale per tutti i corpi celesti che si muovono come Lancette di un grande Orologio. Questi ritmi fanno parte di un complesso meccanismo. I Pianeti si muovono con precisione matematica sulle loro traiettorie ellittiche. Si muovono e, così, creano effetti sulla Terra. L’Astrologia dello Yoga è lo studio di questi influssi.

Aspetto Qualitativo e Quantitativo del Tempo

La Luna muove l’elemento acqua e il 70% della superficie terrestre e coperta d’acqua. Così il 70% del corpo umano è costituito d’acqua. Il respiro, il battito cardiaco, la pressione sanguigna cambiano con il cambiare dell’umore. Come può, allora, la Luna non influire sulla nostra psiche e sul funzionamento del nostro corpo?

Il Sole crea giorno e notte, e decide quando essere attivi e quando dormire. Il Sole crea le stagioni, e decide così il freddo e il caldo. Tutti possiamo sentire che l’umore cambia, nell’uomo, al cambiare delle stagioni. Come può il Sole, dunque, non avere un influsso su di noi?

Così i corpi celesti creano tanti cicli annidati e intersecati fra loro. Possiamo dire che intrecciano la nostra vita, con il filo del Tempo. Ma al contempo con il filo del nostro libero arbitrio creiamo il filo del nostro destino. (vedi Destino e Libero Arbitrio.)


La parola Karma

La parola Karma viene dalla radice sanscrita √kṛ (fare). Nel vocabolario troviamo la voce karman che è un sostantivo neutro indicante le seguenti accezioni:

  • azione che consiste in un movimento.
  • ogni atto rituale (come sacrifici, oblazioni, e così via, specialmente eseguiti con la speranza di ottenere una futura ricompensa).
  • atto precedentemente fatto che porta nel presente ad un inevitabile risultato
  • fato, destino (generato da atti compiuti in vite precedenti).
  • occupazione, particolare dovere.
  • prodotto, risultato, effetto.
  • lavoro, attività.

La legge del Karma

Possiamo definire e spiegare la Legge del Karma nei seguenti modi:

  • Nella fisica si parla del Terzo Principio della Dinamica, che non è nient’altro che la legge del Karma localizzata/applicata alla materia più grossolana. “Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria”.
  • La Legge del Karma è la legge sottile che opera sotto tutti gli aspetti di questo mondo. Non solo gli elementi grossolani sono legati al principio di azione e reazione, ma anche le energie, la psiche e tutte le realtà (facenti sempre parte di questo mondo fenomenico) sottili.
  • L’universo è un Sistema Completo, e come tale tende all’Equilibrio, è un sistema Ordinato (Cosmo dal greco kosmos significa ordine) ed intelligente o gestito da intelligenza, un Motore Primo.
  • Siamo parte di un tutto e siamo interdipendenti col tutto. Quando ci dimentichiamo questa naturale legge agiamo in disequilibrio e in modo innaturale. Ciò produce sofferenza e situazioni spiacevoli.
  • Ogni nostra azione interferisce sull’equilibrio del Sistema Completo e il Sistema, riportandosi all’equilibrio, produce una Reazione “uguale e contraria”. Questa è la Legge del Karma.
  • La risposta alle nostre azioni è anche un Insegnamento. Questo perché la Reazione ci spinge a trovare l’equilibrio in noi con riferimento all’equilibrio Sistema Completo, di cui facciamo parte. Per questo possiamo vedere la vita come una Scuola.
  • Il Dharma è la sottile legge dell’universo, è intrinseca ad esso proprio come la legge di gravità. Si basa sulla giustizia e come la legge di gravità funziona per tutti, sia che ne siamo consapevoli che inconsapevoli.

  • Essendo il Dharma legato all’etica, è il Dharma che ci induce (tramite sofferenza e piacere) a imparare a diventare persone migliori.

Destino e Libero Arbitrio

Il Destino è l’insieme delle reazioni alle mie azioni passate che si è cristallizzato ed è diventato il mio Campo d’Azione. Il mio Libero Arbitrio è come mi muovo e cosa faccio in questo Campo d’Azione. Dunque:

  • Ciò che facciamo nel presente determina il nostro futuro. Il nostro Libero Arbitrio crea il nostro Destino.
  • La situazione che viviamo nel presente (e nel futuro prossimo) è determinata da ciò che abbiamo fatto nel passato. Il nostro Destino è lo “scenario” in cui possiamo esercitare il nostro Libero Arbitrio.

Il Significato di Oroscopo

Ho scelto la parola “Oroscopo Vedico” anche se la parola “Oroscopo” è spesso (ahimé) utilizzata per definire le superficiali rubriche astrologiche che trovate in riviste e giornali. Ecco: NON è quel tipo di Oroscopo!

L’etimologia di Oroscopo viene dal latino horoscŏpus o dal greco hōroskópos. Dunque Oroscopo è etimologicamente formato da hṓra, che significa “ora” e dal tema di skopéō ovvero “osservo”.  Oroscopo significa “osservare l’ora (della nascita)”. Incredibile l’analogia con il nome di uno dei testi cardine dell’Astrologia Vedica chiamato Bṛhat Parāśara Horā Śāstra. Parāśara è il nome dell’autore. Bṛhat significa che l’opera è vasta. Horā Śāstra appunto significa la scienza (Śāstra) delle ore (Horā), producendo un significato analogo a quello di Oroscopo. 

Se giochiamo invece sulla parola Oroscopo e la dividiamo in oro-scopo, potremo dire che lo scopo dell’Astrologia è quello di trasformare il proprio karma in oro. Infatti l’obiettivo dell’Astrologia Vedica è quello di fornire una visione più profonda della nostra vita sia a livello materiale che a livello spirituale. Possiamo dire che l’evoluzione personale, attraverso lo strumento dell’astrologia, passa per 3 fasi che portano gradualmente alla situazione migliore: Conoscere, Capire e Agire


Possiamo cambiare il nostro Destino?

Attraverso gli strumenti dell’Astrologia Vedica, l’evoluzione personale passa per 3 fasi che ci possono portare alla situazione migliore che possiamo ottenere in questa vita. Sì, perché possiamo sicuramente ottenere più di quello che abbiamo, ma entro un certo margine. Non possiamo ottenere tutto ciò che vogliamo se è fuori dalla nostra portata karmica.

presentazione Sito

Primo passaggio: Conoscere

Si può vivere la vita casualmente oppure si può vivere la vita consapevolmente. Cosa cambia? Immaginiamo una persona che si improvvisa architetto e vuole costruire un grattacielo. Ci riuscirà? Immaginate invece un architetto che ha studiato e praticato architettura, che inizia i lavori solo dopo aver fatto un buon progetto. Non avrà un risultato diverso dal primo caso? Conoscere il Karma e il Tempo è il primo passaggio.

La vita è così. Nasciamo senza un nostro progetto (anche se nasciamo in un progetto più grande di noi) e, per lo più, continuiamo ad andare avanti secondo dei binari prestabiliti dalla società e dalla famiglia. Ma c’è qualcosa che non va. Il sintomo di questo è che non ci sentiamo completamente soddisfatti.

Per capire le sottigliezze del nostro Karma, l’Astrologia Vedica ha innumerevoli strumenti. Una lista di alcune possibilità le trovi in questa Una lista di alcune possibilità le trovi in questa pagina

Secondo Passaggio: Capire

La conoscenza non basta. Occorre poi una comprensione applicata alla nostrasituazione. Per questo la lettura della Carta è un processo personale e individuale, non ci sono formule che valgono per tutti e che si applicano alla massa. L’oroscopo non è solo il tuo Segno Zodiacale (che condividi con un dodicesimo della popolazione) o dell’Ascendente. Il nostro Karma è il prodotto di molteplici fattori che combinandosi fra loro creano la nostra speciale individualità.

Nella vita abbiamo situazioni che non si possono cambiare, di conseguenza il nostro lavoro interiore sarà quello di non investire risorse in queste aree e di accettarle così come sono. Perché? Perché il Tempo è una Risorsa e non possiamo permetterci di stare a lungo nei nostri “vicoli ciechi”.

Il Tempo va impiegato nelle aree della vita che ci danno profitto, che ci permettono di avanzare nel nostro percorso e che ci possono procurare pace e soddisfazione.

Sono io che decido dove investire le mie energie. Il secondo passaggio è quello di accettare il Karma fisso e riconoscere le aree della vita in cui possiamo veramente fare la differenza.

Terzo Passaggio: Agire

Dopo aver conosciuto e compreso il proprio Karma occorre agire! Possiamo mettere in ballo i nostri talenti, investire su nuove abitudini, lavorare sui nostri blocchi aprendoci a nuove possibilità oppure, come abbiamo detto, smettere di perdere tempo in campi della vita che sono e rimarranno infecondi. Il terzo passaggio è quello di agire con questa consapevolezza, cambiare il nostro destino con scelte consapevoli e ottenere il miglior destino che ci spetta.

Non solo, l’Astrologia Vedica consiglia validi rimedi personali che si basano sulla tradizione dello Yoga: dal servizio agli altri alle tecniche yogiche come mantra e meditazione. Dunque la persona che ha conosciuto e compreso il proprio Karma, ora può agire consapevolmente con l’ausilio di svariati strumenti personalizzati alla sua Carta Natale.

Un ultimo strumento molto importante è il Muhūrtā che ci dice quando agire, o meglio quando il Tempo è in linea con l’azione che dobbiamo compiere.Perché ogni nuovo inizio è come una nuova nascita e vogliamo che i nostri migliori progetti nascano sotto una buona stella. Il Muhūrtā ci dice se navigeremo seguendo la corrente o navigheremo contro vento. 

L’Astrologia Vedica può aiutare a capire e utilizzare al meglio il nostro Tempo.

Il Tempo è la risorsa più importante che abbiamo. Come bravi investitori, possiamo sfruttare al meglio la risorsa Tempo, in modo che ci doni i migliori benefici. L’Astrologia Vedica può essere applicata a tutti i campi e a tutte le aree della vita, proprio perché il Tempo sottende e permea invisibilmente ogni cosa, rendendolo un fattore fondamentale nel compimento e nella riuscita delle nostre azioni.


I pianeti parlano di noi?

I pianeti disposti nel cielo possono dire chi sei? La risposta è SI, ma non è un banale “SI”. E’ un “SI” che richiede spiegazione, un “SI” che deve avere solide basi. 

Molti italiani sbirciano le rubriche astrologiche

Quante persone guardano l’Oroscopo nelle riviste dei giornali, nei cruciverba o su internet? Secondo lo studio dello psichiatra Tonino Cantelmi, professore di cyberpsicologia alla Università europea di Roma, 9 italiani su 10 sbirciano con attenzione il proprio oroscopo! Il 3% di questi in modo compulsivo. Se noti OGNI rivista/giornale ha una rubrica astrologica, ti sei chiesto perché? In poche parole: identificasi con il proprio segno zodiacale può essere qualcosa di maniacale!

Bene, il fatto che molti italiani guardino l’oroscopo non mi sembra illogico. C’è un fascino intrinseco nel conoscere meglio sé stessi, nel sapere che c’è qualcosa di scritto e che si può sapere qualcosa di più sul proprio futuro. Ma perché allora ce ne vergogniamo? 

Molti se ne vergognano, giustamente…

Perché leggere l’Oroscopo delle riviste non è proprio una cosa seria. Perché? Perché il SEGNO ZODIACALE, che cerchi nelle rubriche, non è nient’altro che il Segno in cui il Sole è posizionato. Sai che il Sole cambia Segno Zodiacale ogni mese? Vuol dire che tutte le persone nate nel tuo stesso mese – non importa in che anno – avrebbero il tuo stesso destino! Se sei nato a Maggio 1970, condividi lo stesso destino di tutte le persone nate a Maggio del 1500, 1900 e 2000? Quante persone sono nate a Maggio dall’origine dell’uomo ad adesso? Su questo concordo con lo psichiatra Cantelmi: questo tipo di oroscopo sarebbe da abolire. No, alla superficialità. E, d’altro canto, diciamo No secco a chi rifiuta intrinsecamente l’astrologia.

Tra l’altro l’Astrologia Vedica non considera il Segno Zodiacale del Sole come un elemento fondamentale per determinare la personalità e il destino dell’individuo. Molto più importante è l’Ascendente Vedico (che viene calcolato in modo differente), l’Atma-karaka e la costellazione della Luna. Ma questo è un altro discorso.

La scienza astrologica può essere molto di più. L’Astrologia Vedica non ha un approccio così superficiale e ha delle solide spiegazioni filosofiche sul come e perché funziona. La scienza si basa sulla logica e non sulla superstizione. Ed è vero: l’Astrologia può essere vissuta, spiegata e praticata come superstizione. Ma può anche essere vissuta, spiegata e praticata come scienza. Questo è il mio approccio. Provare per credere.

Cosa c’entrano gli scacchi?

Sapete, esistono appassionati di scacchi che giocano per tutta una vita questo antico gioco e non si stancano mai. Eppure sono sempre le stesse 20 pedine nere e venti pedine bianche, che si muovono in un tabellone che ha 8×8 tabelline. Perché non si stancano? Perché moltiplicando il numero di caselle per il numero di pedine (e di mosse consentite) si ottiene circa un numero di partite possibili di 1043 (praticamente devi scrivere un 10 seguito da 42 zeri). Non c’è da annoiarsi. Ma cosa c’entrano gli scacchi?

Calcola il tuo Ascendente Vedico


L’oroscopo è più complesso di un trafiletto nel giornale…

In realtà ogni individuo è unico. Vuol dire che ha un Karma che lo differenzia dagli altri. Considerare solo la posizione del Sole limita l’umanità a SOLO 12 possibilità (Ariete, Toro, Gemelli, …., Pesci). Sarebbe una noia!

Ma il mondo è bello perché è vario.

La data, l’orario e il luogo di nascita rappresentano la posizione del cielo nel momento della tua apparizione in questo mondo dei Pianeti e dell’Ascendente. In Astrologia Vedica si utilizzano i 5 pianeti visibili, il Sole, la Luna e i due Nodi Lunari (Rahu e Ketu).

Come puoi vedere, il nostro scenario diventa più complesso: 9 corpi celesti (con l’accortezza di calcolare che Mercurio non si discosta dal Sole di più di 20°) si muovono nelle 12 case (composte di 30°) e nei 12 segni. Facendo un calcolo approssimativo ci accorgiamo che non abbiamo solo 12 tipi di persone. Le Carte Astrologiche possibili sono 572×1023 (prendi 525 e aggiungici 23 zeri).

Ad Aprile 2018 la popolazione mondiale ammonta a circa 7,6 miliardi di persone (76 seguito da 8 zeri). Le stime dicono che nel 2030 ci saranno circa 8,5 miliardi di abitanti. Direi che il creatore ci ha dato un buon margine per avere varietà in questo mondo.

Pensi ancora che basti una paginetta di una rivista per descrivere la tua personalità e il tuo destino? No, serve almeno un libro, se non una libreria!


Sezione Gratuita

E allora perché nel sito c’è una sezione chiamata GRATIS PER TE? Perché permetti sul tuo sito di calcolare alcuni aspetti singoli della Carta Natale Vedica (come l’Atma-karaka, l’Ascendente, i Transiti di Saturno, e così via)??? Non è limitante? Sì, è limitativo, non si può studiare la vita di una persona da un singolo aspetto!

L’Astrologo Vedico è come un detective, che prende – dalle molteplici tecniche di questa antica scienza – indizi differenti e, dalla saggia analisi e integrazione degli elementi in gioco, comprende e spiega la complicata vita della persona.

Ben chiara questa premessa, lo scopo della sezione GRATIS PER TE è quello di darti un piccolo assaggio della forza di queste tecniche tramandate dall’Astrologia Vedica. E’ solo un assaggio, non il piatto completo. Potremmo dire un aperitivo offerto da Yoga delle Stelle.


Vai oltre al tuo Segno Zodiacale!

L’Astrologia Vedica è uno strumento molto potente per conoscere te stesso, si basa su una scienza antica e molto precisa. Per questo ti consiglio di provare una Consulenza di Astrologia Vedica completa: è un’esperienza alla scoperta del tuo UNICO e INIMITABILE destino.

Scopri tutte le Consulenze Astrologiche