7 Maggio: il giorno più fortunato del 2019 - Akṣaya-tṛtīyā

Il 7 Maggio sarà Akṣaya-tṛtīyā. Pronto? So che ti spaventano i termini sanscriti pronunciati dalle labbra degli Astrologi Vedici, ma questa volta non hai niente da temere!

Quando ricevi una mail o leggi un articolo del tuo Astrologo Vedico di fiducia riguardante la posizione dei transiti dei pianeti nel cielo, ormai penserai:

 “Che altra sfortuna mi aspetta? Eclissi, pianeti retrogradi, Kala Sarpa, Gandanta, Rahu, e così via… Quanti termini sanscriti ci sono ancora per indicare sfortune, blocchi, difficoltà, ostacoli e periodi difficili?!”

Ecco, non ti preoccupare, oggi ho una buona notizia per te! Una fantastica notizia. Perché ci stiamo avvicinando ad un momento speciale, considerato il giorno di più grande auspicio dell’anno.

Perché gli Astrologi Vedici ti parlano dei momenti negativi dell’anno?

Prima di parlarti di questo giorno speciale, lasciami spezzare una lancia a favore degli Astrologi Vedici. Questi ti vogliono solo avvertire dei cambiamenti del tempo, in tempo, in modo che tu possa prendere provvedimenti. Sapere quali influssi ci sono nell’aria ti permette di prendere le dovute precauzioni e, quindi, di superare i momenti negativi, protetto ed equipaggiato.

Ad esempio, vorremmo tutti un clima perfetto, soleggiato, né troppo caldo, né troppo freddo, un cielo azzurrino, con qualche soffice nuvola bianca, una leggera brezza e così via. È un piacere per il cuore. Un cielo così solleva l’umore e mette serenità. E mentre stiamo contando i minuti nella nostra scrivania a lavoro pregustandoci le vacanze future, il Meteo ci dice che pioverà durante tutte le nostre ferie.

Possiamo forse accusare il Meteo di questo? No, anzi.

Il cielo non segue il Meteo, è il Meteo che segue il cielo.

Possiamo farne buon uso. Grazie a questa notizia so che devo disdire il pic-nic nei colli bolognesi e optare per un pranzo a casa o in un ristorante. Se piove, so che devo portarmi l’ombrello in borsa. L’ombrello fa la differenza quando piove.

Lo stesso vale per gli astri, possiamo agire in armonia con le energie planetarie e fare tutto ciò che serve per cavalcare l’onda.

Un giorno di sole: Akṣaya-tṛtīyā

Il giorno di cui ti sto parlando cadrà il 7 Maggio 2019. Il nome di questa ricorrenza è Akṣaya-tṛtīyā. Vediamone prima di tutto l’etimologia.

Significato di Tṛtīyā

Tṛtīyā (lett. terzo) è il terzo giorno lunare contato dalla Luna Nera (o Luna Nuova, ovvero quando la Luna è completamente oscura) nel mese vedico di Vaiśākha (che corrisponde ad Aprile-Maggio).  Il terzo giorno lunare è retto da Marte, il Pianeta dell’iniziativa, dell’energia e dell’attività. Nella sua accezione positiva, Marte è il protettore. Marte è un guerriero – che ben indirizzato, come in questo giorno – protegge e tutela le nostre attività.

Significato di Akṣaya

Kṣaya significa perdita, diminuzione, spreco, decadimento, distruzione, buttare via. Quando la “a-privativa” sta davanti ad una parola sanscrita, ne nega le caratteristiche, rovesciandone il significato. Per cui, Akṣaya significa perenne, immortale, eterno, duraturo, crescita e guadagno. Significa “ciò che non ha fine”.

Per questo, tutto ciò che si inizia nel giorno di Akṣaya-tṛtīyā avrà il carattere di durare nel tempo, crescere e essere benedetto.

Quest’anno Akṣaya-tṛtīyā cadrà il 7 Maggio 2019. Ogni anno è un giorno diverso, perché è calcolato secondo il calendario soli-lunare.

Akṣaya-tṛtīyā nei testi vedici

Ci sono varie leggende che associano il giorno di Akṣaya-tṛtīyā con vari eventi dei Puraṇa e del Mahābhārata. La nascita di Paraśurāma, il sesto dei daśāvatāra di Viṣṇu; il giorno in cui Vyāsa iniziò a dettare il Mahābhārata a Gaṇeśa; la discesa del Gange celestiale sulla terra; il giorno in cui i Pāṇḍava esiliati ricevettero una pentola magica (Akṣaya-pātra), in grado di moltiplicare in modo illimitato il cibo cucinato al suo interno; la visita del povero Sudāmā Vipra al palazzo di Kṛṣṇa a Dvārakā e della sua inversione di fortuna. Meditare su queste storie è di buon auspicio in questo giorno speciale.

Cosa si può fare in questo giorno?

Tutto ciò che inizierai in questo giorno avrà successo.

In India è un giorno molto conosciuto. Durante questo giorno le persone celebrano matrimoni, fanno proposte di fidanzamento, intraprendono nuovi viaggi, inaugurano nuove attività lavorative, iniziano investimenti, comprano immobili o cose di valore, fanno rogiti, inaugurano eventi, iniziano i loro studi, scrivono le prime parole del loro futuro libro. Le persone spirituali iniziano lo studio di un testo sacro, alcuni un particolare vrata (voto) o sadhana (pratica meditativa).

Infatti, fare japa (recitazioni di mantra), kirtan (canto di mantra collettivo), dana (donazioni) e puja (rituali), in questo giorno, promuove il proprio progresso spirituale e materiale. In questo giorno si offrono donazioni in memoria degli antenati della propria famiglia, affinché ricevano un beneficio eterno.

In poche parole, è il giorno in cui iniziare ciò che vuoi che duri eternamente e che abbia risultati duraturi. È un giorno eccellente per sposarsi, per iniziare gli studi e nuovi progetti lavorativi. E, d’altra parte, è un giorno che permette un grande avanzamento sul piano yogico, spirituale e meditativo. Il 7 Maggio, le energie ti permettono di avanzare più rapidamente verso il tuo obiettivo.

C’è sempre l’altro lato della medaglia. Pensaci bene. Ci sono cose nella vita che non vogliamo durino eternamente… Ecco, non iniziare cose che non vuoi che durino nel tempo. Liti, contenziosi, dispute, cause legali? Meglio rimandarle ad un momento più opportuno.  Ricorda che Tṛtīyā è retto da Marte, il Pianeta della guerra. Meglio non indebitarsi, siano prestiti o mutui, in questo giorno. Altrimenti questi ti accompagneranno per lungo, lungo tempo.

Sono proprio felice di darti questa buona notizia.

Se ho un progetto importante che inizia un altro giorno?

Pianificare è il segreto del successo. Non tutti i momenti sono buoni come Akṣaya-tṛtīyā per iniziare una determinata attività, per questo bisogna scegliere i momenti migliori. Questo è il lavoro dell’Astrologo Vedico. Muhūrtā è la scienza della qualità del tempo all’interno dell’Astrologia Vedica: ci sono momenti che agevolano ciò che iniziamo e momenti che sfavoriranno l’attività che stiamo per compiere in quel momento. Nella vita ci sono cose che sono troppo importanti e che richiedono tutte le “benedizioni” necessarie. Alcuni esempi in cui si può utilizzare la scienza del Muhūrtā sono nella decisione di: comprare una casa, entrare ad abitare in una casa, sposarsi, inaugurare un negozio, firmare un contratto importante, vendere o comprare cose di valore, iniziare le costruzioni edilizie, iniziare degli studi, iniziare a prendere un farmaco, e così via. La lista è illimitata. L’utilizzo del Muhūrtā dipende da quanto è importante l’attività che stiamo per intraprendere e da quanto siamo interessati al suo successo. Se manchi Akṣaya-tṛtīyā, ricordati che puoi fare affidamento su questa potentissima tecnica.

Perché Akṣaya-tṛtīyā è astrologicamente così speciale?

Astrologicamente parlando, il giorno di Akṣaya-tṛtīyā presenta una combinazione speciale del Sole e della Luna.

Durante il mese di Vaiśākha (che corrisponde ad Aprile-Maggio) il Sole è in esaltazione in Ariete. Questo rende il Sole molto forte e pieno di luce. Contemporaneamente, la Luna è in Mūla-trikona in Rohiṇī nakṣatra, una posizione molto forte. Rohiṇī è infatti la stella di nascita (o meglio di apparizione) di Kṛṣṇa che rappresenta la dinastia della Luna, così come Rāma è il gioiello della dinastia regale del Sole.

Il Sole è l’innesco dei Raja-yoga (combinazioni planetarie che portano il successo), mentre la Luna determina se il successo sarà duraturo. Quando questi sono forti aiutano ad innescare e a mantenere nel tempo il risultato delle nostre azioni. Questo è ciò che avviene in Akṣaya-tṛtīyā.

In più, peculiarità di quest’anno, è che Venere è in esaltazione in Pesci, rendendo ancora più potente l’energia positiva. Soprattutto le relazioni, i fidanzamenti e i matrimoni saranno incentivati e protetti da Venere.

Questa influenza positiva di Sole, Luna e Venere fa sì che altri possibili aspetti negativi, relativi al pañcāṅga, diventino secondari.

Tu cosa farai durante il giorno più fortunato dell’anno?

Print Friendly, PDF & Email

Recommended Posts