L'eclissi del 6 Gennaio 2019 8

Le feste perdute

Ti ricordi che abbiamo parlato più volte dell’effetto dell’eclissi? Ecco, ne abbiamo una molto, molto vicina. Ma prima di parlarne, devo farti una piccola premessa…

Si aprono le feste natalizie e ci stiamo preparando a festeggiare l’anno nuovo. Purtroppo, nell’immaginario moderno, queste feste – seppur nascano come feste sacre e spirituali – sono praticate come un momento per divertirsi e lasciarsi andare. Mangiare, bere, vizi e stravizi, regali attesi e così via. Abbiamo trasformato il Natale in Carnevale e il nostro capodanno si è ammalato della febbre del sabato sera. E chi ci guadagna?

Sacro e Profano

Nelle feste sacre l’idea era mettere il Divino al centro e, in armonia, unirsi con la famiglia e con gli amici per esprimere la propria gratitudine per il passato e le proprie preghiere per il futuro. Ora ci sentiamo noi il centro.

L'eclissi del 6 Gennaio 2019

Ma purtroppo anche tutte le persone che abbiamo intorno si credono il centro. Così nascono conflitti: una lotta senza fine a chi conquista per qualche istante il centro. Ecco, queste dinamiche non saranno possibili durante queste vacanze. O, meglio, dovresti fare di tutto per evitarle per il tuo benessere e la tua prosperità.  Dovresti fare il tentativo di riportare la spiritualità nel tuo Natale e nel tuo Capodanno. Perché? Continua a leggere e lo saprai.

Una sorpresa dal cielo

Il cielo ha in serbo per noi qualche piccola complicazione. Infatti nella notte tra il 5 e il 6 Gennaio 2019 avremo un’Eclissi Solare Parziale. L’eclissi non sarà visibile in Italia, ma coinvolgerà direttamente le zone del Nord Pacifico e del nord-est asiatico.

L'eclissi del 6 Gennaio 2019 1

Occhio alle feste!

Che sia visibile o meno, tutti nel mondo sentono l’influsso dell’eclissi a livello mentale. È un fenomeno che bisogna conoscere al fine di schermarsi e non venirne influenzati. Dopotutto è Rahu che vuole inghiottire il Sole, è l’oscurità/ignoranza che vuole coprire la luce/conoscenza. L’influsso si può già percepire un mese prima del suo reale avvento, ma diventa molto intenso nei 10 giorni prima. Facendo due calcoli, il suo influsso più importante sarà tra il 26 dicembre e il 6 Gennaio. In altre parole, un tocco di Rahu che colorerà quasi tutte le nostre feste! Natale, Capodanno e pure l’Epifania!

Il lato estremo dell’eclissi

Le eclissi indicano periodi in cui l’energia dei Nodi – energie che portano a tendere verso estremi (materiali o spirituali) a seconda della preminenza di Rahu o Ketu – è forte. Quando i Nodi sono forti – almeno a livello mentale – le emozioni e la percezione delle situazioni si amplificano e si estremizzano. Una pagliuzza può sembrare una trave, una corda può sembrare un serpente e viceversa. Ciò rende più probabili i conflitti e le scelte più impulsive. Non è un buon momento per prendere decisioni importanti.

Questo potrebbe rendere le feste un po’ più confuse o accese. Soprattutto se le viviamo con uno spirito di gratificazione personale, se ci mettiamo al centro.

Porta molta attenzione alle relazioni, cerca di sorvolare, esci dal centro, prendi le cose con leggerezza, soprattutto i 10 giorni prima dell’evento.

Le eclissi muovono il mondo

Le eclissi muovono il mondo, muovono i grandi avvenimenti. Ma allo stesso tempo le eclissi hanno una grande influenza su di noi. Durante l’Eclissi, il Sole – che rappresenta la vita, l’anima, i leader politici, il padre, il successo – viene oscurato dal lato oscuro della Luna, il nodo lunare chiamato Rahu. Rahu è rappresentato da una testa, piena di desideri, senza corpo. Acerrimo nemico del Sole, nell’immaginario Vedico, Rahu prova ad inghiottire l’energia solare, senza poterla mai digerire. L’assenza di luce, l’oscurità, porta periodi di transizione estremi come la nascita (nel ventre materno la luce è completamente oscurata) e la morte. Ogni cambiamento, ogni trasformazione, è una coppia di opposti: qualcosa muore e qualcosa nasce. Solo l’Atma, il sé, rimane immune dalla dualità – essendo di natura eterna e immutabile – proprio come il Sole non può essere in definitiva ucciso da Rahu, ma solo momentaneamente coperto.

L’influenza dell’eclissi a livello personale

Hai sentito un’energia molto pesante durante il mese di dicembre? Confusione, irritabilità? Se sei influenzato dall’eclissi dovresti controllare la tua Carta Natale per vedere l’impatto che l’Eclissi può avere nella tua vita e i possibili rimedi. Se sei nato prima (in un intervallo di sei mesi) del 6 Gennaio sentirai gli effetti dell’eclissi dopo il 6 Gennaio. Mentre, se sei nato dopo (in un intervallo di sei mesi) il 6 Gennaio avrai già sentito gli effetti dell’eclissi il mese prima.

Presta particolare attenzione se hai almeno una di queste condizioni:

  • sei nato tra dicembre e febbraio,
  • la tua costellazione di nascita (Ascendente, Sole e Luna) è in Pūrva Āsāḍha,
  • hai Luna/Sole/Ascendente in Sagittario, [puoi calcolare il tuo Ascendente Vedico qui]
  • il tuo nome inizia per Bhu (भू), Dha (धा), Pha/Fa (फा), Dha (ढा)

In tal caso ti consiglio una consulenza specifica*:

[maxbutton id=”9″ ]

* Sarà possibile continuare ad acquistare e prenotare le consulenze per tutto il periodo delle festività. Gli appuntamenti riprenderanno da LUNEDI 14 GENNAIO e verranno fissati in ordine di arrivo.

L’influenza dell’eclissi a livello mondiale

Un’eclissi sia che sia visibile o no, ha un effetto su tutto il mondo. A livello mondiale l’eclissi manifesta il suo effetto nel mese precedente e nei sei mesi successivi all’evento. Quindi dobbiamo osservare cosa accade nel mondo da dicembre 2018 fino a giugno 2019. Soprattutto teniamo d’occhio le zone in cui le eclissi solari sono state visibili.

L’influenza che l’eclissi ha sul mondo dipende da tanti fattori: l’Ascendente dell’eclissi, la Nakṣatra implicata, gli aspetti che i pianeti danno all’eclissi, il mese vedico in cui accade l’eclissi (uttarāyana o dakṣināyana), il Segno in cui l’eclissi si manifesta, le direzioni in cui l’eclissi è visibile, la durata dell’eclissi, la magnitudine, la parte del giorno/notte (divisa in sette) in cui l’eclissi inizia, raggiunge il picco e finisce.

Tipo di Eclissi

Varāhamihira – matematico, astronomo e astrologo indiano del VI secolo d.C. – nel suo testo Bṛhat Saṃitā descrive 10 tipi di eclissi che sono relative alle caratteristiche e al movimento dell’ombra: Savya, Apasavya, Leha, Grasana, Nirodha, Avamardana, Āroha, Āghrāta, Madhyatamas e Tamontya. Ognuna di queste è descritta nel capitolo cinque della Bṛhat Saṃitā nei versi dal 43 al 52.

L’eclissi del 5-6 Gennaio 2019 è parziale, quindi può essere Savya, Apasavya o Grasana. In particolare occorre vedere se nuvole o altri effetti coprono il Sole subito dopo l’eclissi (creando di nuovo oscurità) e rientrando nella categoria Āroha. Certi fenomeni vanno osservati direttamente durante l’eclissi.

Grasana (fagocitata) accade quando almeno il 25%, 30% e 50% (gradi di intensità diversi) del disco solare è oscurato.

L'eclissi del 6 Gennaio 2019 2

Gli stati in cui l’eclissi parziale sarà visibile a più del 25% soffriranno l’effetto dell’eclissi. Più è alta la percentuale d’ombra e più l’eclissi avrà effetto.

L’eclissi è anche Savya (da sinistra a destra). Varāhamihira spiega che ciò può causare – nelle zone in cui l’eclissi è visibile – forti alluvioni e problemi climatici, ma questo non affligge le persone in generale.

Dove si vedrà l’eclissi

Essendo un’eclissi Parziale non coprirà il 100% del Sole, ma una percentuale minore che dipende dalla locazione in cui verrà osservata.

L'eclissi del 6 Gennaio 2019 3

L’eclissi sarà visibile nell’est della Russia (max 62%), est Mongolia (max 35%), Cina (max 44%), Giappone (max 45%), Corea del Nord (max 35%), Corea del Sud (max 25%) e l’Alaska (max 30%). Interessante come questa eclissi abbracci zone calde del mondo, soprattutto il confine tra Russia e US.

Durata dell’eclissi in italia

In Italia – a Bologna in particolare – l’eclissi inizierà il 6 Gennaio alle 00:34 (dopo la mezzanotte e mezza), toccherà il suo picco alle 2:41 per poi concludersi alle 4:48 del mattino. Un orario scomodo per chi vuole seguire il digiuno e il bagno purificatore prima e dopo l’eclissi. Solitamente non è consigliato dormire durante le ore dell’eclissi, perché durante il tamas del sonno si è più soggetti all’energia di Rahu. Chi invece decide di dormire potrebbe soffrire di incubi notturni o percepire un senso di intontimento al risveglio.

L'eclissi del 6 Gennaio 2019 7

Dati Astrologici

L’eclissi avverrà in Sagittario, segno di fuoco e segno del combattimento motivato dal senso di giustizia. Sagittario rappresenta i campi di battaglia, in cui 4 pianeti si sono riuniti per discutere l’andamento del mondo: il Sole e la Luna da una parte; Saturno e Mercurio nella fazione avversa.

L'eclissi del 6 Gennaio 2019 5

  • Saturno è in congiunzione con il suo nemico, il Sole, indicando ancora una situazione conflittuale. In particolare, Saturno è combusto dal Sole, perciò questi conflitti saranno a scapito del popolo e dei servitori.
  • Mercurio, che è come una spugna, assorbe l’energia dell’eclissi. Ciò renderà le comunicazioni molto complicate. La stampa può esserne particolarmente vittima, così come la comunicazione diplomatica tra stati. Mercurio, in Mula Nx, vuole svelare la radice del problema e ciò può smuovere situazioni pericolose. Lo stesso vale a livello personale: la comunicazione può diventare fonte di conflitti.
  • Rahu (reggente della casa 3 dall’eclissi) in casa 8 dall’eclissi, indica che la causa dei problemi (3L) può essere connessa al desiderio di appropriarsi con l’inganno (Rahu) delle proprietà altrui (8L).
  • Marte in Kendra dall’eclissi enfatizza l’agitazione e supporta uno stato d’animo conflittuale.
  • Giove, reggente dell’eclissi, sta in 12H dall’eclissi, indicando che l’attenzione pubblica verrà fortemente indirizzata verso la politica e gli affari esteri (12H) e la diplomazia tra stati (Ve).

Più materiale o più spirituale?

L’eclissi avverrà in Pūrva Āsāḍha. Materialmente enfatizza l’ambizione, l’orgoglio, il desiderio di indipendenza, la conflittualità, la rabbia e la durezza. Da un punto di vista spirituale indica emozioni profonde, il desiderio di migliorarsi e l’introspezione. In questa eclissi abbiamo due polarità – materiale e spirituale – sta a te scegliere su che frequenza vuoi sintonizzarti.

Un altro fattore da tenere in considerazione è se l’eclissi accade nel lato Ketu – ovvero il lato mistico e spirituale – o dal lato Rāhu, il lato materialistico. Le eclissi possono accadere da un lato o dall’altro dei Nodi Lunari (ascendente o discendente).

Rāhu (Nodo Nord) indica il lato materialistico della vita, preso da passioni e desideri. Rāhu ci fa “perdere” in questo mondo. Ketu (Nodo Sud) indica il lato spirituale, la visione più alta e la chiamata ad una missione. Ketu dà distacco e una prospettiva più ampia. Come detto, materialmente possono esserci problemi, ma chi ha un’inclinazione spirituale troverà aperta la porta della trascendenza per via di Giove in 12H. Anzi, proprio per la connessione che c’è tra Sole/Luna e Kethu, questa eclissi si rivelerà incredibilmente feconda per gli spiritualisti. La Luna Nuova è con Ketu: lo scopo è l’emancipazione spirituale, la connessione con Dio.

Grande spiritualità poca materia

L’eclissi del 6 Gennaio 2019 potrà dare tante realizzazioni spirituali, ma materialmente parlando bisogna fare molta attenzione. Le cose che facciamo prima dell’eclissi tendono a fallire. Non iniziare nuovi progetti. Evita di litigare con chi ti circonda, rimanda qualunque chiarimento o rottura col tuo partner.

Non prendere sul serio le negatività nelle relazioni, aspetta che passi l’eclissi. Passerà te lo assicuro! Rāhu amplifica e ingigantisce i problemi portandoli all’estremo. Le relazioni che si rompono nelle vicinanze dell’eclissi portano problemi a lungo termine. In ogni caso, anche noi possiamo cavalcare l’energia dell’eclissi, a patto che saliamo sulla nave giusta: i mantra, il digiuno e le preghiere.

L'eclissi del 6 Gennaio 2019 6

Eclissi e Mantra

Durante l’eclissi è necessario recitare i mantra per essere protetti dall’energia oscura di Rāhu. Il Maha Mantra è il mantra più potente per la nostra era.

La Kalisaṃtaraṇa-upaniṣad dice a questo riguardo: “Al termine del Dvāpara-yuga – dopo aver percorso tutta la Terra – Nārada si reco da Brahmā e gli chiese: “O Signore come posso attraversare questo oceano detto Kali-yuga?”. Brahmā rispose: “Dalla tua domanda trarrà beneficio tutta l’umanità; ascolta il segreto nascosto nelle Śruti, scoprendo ciò si può attraversare il mondo del Kali-yuga: cantando i nomi della Persona Divina, di Nārāyaṇa, può essere cancellato il male del Kali-yuga”. Nārada chiese ancora: “Quali dei santi nomi dobbiamo cantare?” Egli [Brahmā] rispose:

“hare kṛṣṇa hare kṛṣṇa

kṛṣṇa kṛṣṇa hare hare

hare rāma hare rāma

rāma rāma hare hare”

solo in questo modo, recitando i sedici nomi possiamo distruggere il male del Kali-yuga, non ci sono altri rimedi in nessuna parte del Veda.

Tra i rimedi supplementari si possono recitare i mantra di Dakṣiṇāmūrti e del Devata associato alla Nakṣatra (costellazione della Luna) in cui Luna e Sole si congiungono.

Come indirizzare la preghiera

L’eclissi del 6 Gennaio è Solare e Luna/Sole sono con Ketu quindi puoi pregare per la tua emancipazione spirituale, per la realizzazione dei tuoi obiettivi spirituali, per stringere maggiormente la tua connessione con Dio, con la Natura e con gli altri. Se pregherai in linea con le energie delle eclissi, i tuoi desideri verranno realizzati. Ma ricordati che il mezzo con cui “inviare” le tue preghiere a destinazione sono i Mantra.

Questa eclissi, che cade proprio durante le nostre festività, ti sta dicendo di sfruttare queste vacanze per sviluppare una visione più profonda, per farti domande sulla tua vita, per leggere libri sapienziali (come la Bhagavad-gītā e, ovviamente, il Vangelo), per coltivare relazioni più profonde, per pregare, per recitare mantra, per crescere ed evolverti. Se lo farai avrai delle profonde realizzazioni e la tua vita cambierà certamente in meglio!

Recommended Posts