Test GRATIS PERSONALITA’ VEDICA

Test GRATIS PERSONALITA’ VEDICA

Scopri quali delle tre energie dell’universo risuona in te. Sei in armonia? O devi trovare il tuo equilibrio nel mondo? Scopri di più leggendo l’articolo completo.

Leggere la Personalità Vedica

In questo articolo parlerò dei Guṇa (i tre colori dell’universo) in relazione alla personalità, e potrai calcolare gratuitamente la tua Personalità Vedica attraverso un test completo di 80 domande

I tre colori dell’universo

Il mondo che possiamo osservare, per quanto attraverso limitate lenti soggettive e soggettivanti, appare alla nostra vista denso di variegati colori. Ci sono innumerevoli sfumature, contrasti e ombre che creano questo insieme. Se questo si volesse catalogare per ogni sua minuta variazione, apparirebbe quasi infinito. La natura è, per così dire, sorgente di un innumerevole varietà di colorazione. Seppur immensamente vari, i colori possono essere considerati la combinazione di tre colori primari, e dell’intensità di luce, che ne permette l’apprezzamento. Rosso, verde e blu, ad esempio, opportunamente mischiati fra loro possono formare una gamma cromatica molto ampia. Chiaramente è un’approssimazione perché con nessun insieme finito di colori è possibile produrre tutta la gamma esistente in natura.

Il modello della Personalità nella Bhagavad-gītā 

Ma rimane comunque un buon modello che ci permette in modo semplice di comprendere la materia e, se dipingiamo, a crearci i nostri personali colori, miscelando differenti percentuali dei colori che abbiamo scelto come primari. Nella Bhagavad-gītā  troviamo un’interessante modello della personalità, atto alla descrizione delle sottili e impalpabili leggi che sottendono il fenomeno. L’energia fenomenica, vista nell’ottica di sistema vibrazionale, sistema in costante mutamento e trasformazione – ma che tende perpetuamente all’equilibrio –, è costituita di tre componenti, chiamati in sanscrito guṇa

I tre Guna

Le tre energie si chiamano: Tamas, Rajas e Sattva guṇa. Queste tre componenti del campo energetico sottile caratterizzano – come i colori primari caratterizzano, miscelati in differenti percentuali, la quasi totalità dei colori possibili – la totalità delle innumerevoli capacità di trasformazione della materia, sia essa densa o sottile. 

  • Tamas rappresenta l’energia di trasformazione che porta al deterioramento, alla distruzione e alla degenerazione. Spesso la parola tamas è tradotta con ‘ignoranza’, perché è l’energia più spessa delle tre ed è in grado di ottenebrare completamente la coscienza dell’essere. Il tamas permette il sonno, la dimenticanza e l’oblio.
  • Rajas è l’energia di trasformazione che permette la creazione. E’ la spinta vitale, l’impeto, l’istinto. Per questo è tradotta con ‘passione’, perché rappresenta la forza generatrice e impulsiva che permette la nascita e l’inizio di ogni cosa. Il rajas genera l’azione, il desiderio, la vitalità.
  • Sattva è l’energia che permette il mantenimento, il perdurare. E’ il progetto e la progettualità, la chiarezza, la pulizia, la responsabilità, l’impegno a lungo termine. E’ la forza che porta al successo delle imprese perché persevera al raggiungimento dell’obiettivo e dona la visione chiara e libera da pregiudizi. Sattva è tradotto con ‘virtù’ perché incarna le buone qualità che permettono l’evoluzione globale e individuale. Umiltà, tolleranza, profondità, nobiltà di intenti, chiarezza, pulizia esteriore ed interiore.

Calcola la Tua Personalità Vedica

Se desideri, compilando il test qui sotto puoi scoprire la predominanza dei guṇa nella tua persona e nella tua vita! Dopo averlo scoperto puoi continuare a leggere per vedere qual’è la tua Personalità Vedica. Il test rimane anonimo e non viene né salvato né inviato a terzi. Puoi farlo tutte le volte che vuoi. L’unica cosa che devi fare: scrivi con sincerità e non pensare alla risposta per più di dieci secondi

Inserendo la tua mail verrai iscritto alla nostra mailing-list. I tuoi dati rimarranno protetti. Per maggiori informazioni guarda la nostra Privacy Policy. Niente spam! Solo articoli genuini di Astrologia Vedica! Potrai annullare l’iscrizione quando vorrai cliccando il link alla fine di ogni mail. Se sei già iscritto e vuoi ripetere il calcolo, semplicemente inserisci di nuovo la tua mail. Puoi ripetere il calcolo tutte le volte che vuoi.

Dimmi il tuo guna e ti dirò chi sei

Ora dovresti avere 3 percentuali, ogni percentuale si riferisce ad un particolare guṇa. Guarda la percentuale maggiore, sarà la natura che più ti rappresenta. Ma non trascurare il fatto che puoi avere un’alta percentuale anche degli altri due guṇa, in tal caso aspettati un risultato misto. 

L’ideale sarebbe avere Sattva più vicino possibile al 100%. Gli altri guṇa – Rajas e Tamas – minori del 30%. Se hai la percentuale di Sattva minore del 70% dovresti cercare di aumentare il tuo Sattva scegliendo uno stile di vita più consono. Se Rajas e Tamas sono maggiori del 30%, ti consiglio di evitare atteggiamenti, ambienti e persone che sollecitano questi guṇa in te.  

Le persone e gli ambienti che frequentiamo, le situazioni in cui ci mettiamo, la nostra alimentazione e le nostre abitudini creano il nostro stile di vita.  Ricorda: ci sono persone, ambienti, situazioni e cose che tirano fuori il lato migliore di te. Come ci sono persone, ambienti, situazioni e cose che tirano fuori il lato peggiore di te. Sta a te la scelta.

Personalità Tamas

Se hai una percentuale più alta di Tamas, puoi manifestare i seguenti aspetti. Una persona tamasica, cioè in cui predomina il tamas, è una persona che esternamente non cura la sua igiene. Una persona che si lascia andare, trasandata e sporca, che non cura i propri problemi di salute. Di solito è pigra, senza volontà, che preferisce oziare all’azione. Col suo modo di agire cerca di ferire gli altri. Solitamente pessimista o depressa, si lascia vivere. Introduce nel suo corpo cibi violenti, non sani, scaduti, tossici e non igenici. Dorme e mangia più del dovuto, come se prendesse rifugio in queste attività. Ama vestirsi di colori scuri e preferisce la notte al giorno.
Solitamente attratta da droghe, alcool e tutto ciò che abbassa la facoltà cognitiva. Vive in un mondo ovattato, onirico e caotico. Non ha capacità di progettare il proprio futuro, che inevitabilmente sarà fallimentare. Trova piacere vedendo che anche gli altri soffrono e trova sollievo se qualcuno è più sfortunato di sé. Se compie qualche sforzo solitamente è per causare qualche inutile danno. Una persona tamasica va avanti verso la propria autodistruzione senza fare niente per cambiare, uccidendosi pian piano, facendo di tutto per dimenticare il suo amaro passato e il suo inevitabile futuro.

Personalità Rajas

Se hai una percentuale più alta di Rajas, puoi manifestare i seguenti aspetti. Una persona in rajas guna è una persona che ci sa fare, riesce a costruire, anche grandi cose. Ma senza sattva non le sa mantenere e queste inevitabilmente – una volta che l’interesse della persona rajasica è scemato e la sua energia posta nell’operazione allentata – porta alla degenerazione, al tamas. 

Il desiderio è la motivazione, ma è un desiderio rajasico. Spesso egoico ed egoistico, legato al piacere sensuale o al piacere più sottile di essere adorati, riconosciuti e adulati. La persona agisce solo in vista di un risultato e per proprio tornaconto. Chiaramente per ‘proprio tornaconto’ si intende qualcosa in relazione al concetto che questa ha di IO e MIO. Se la persona è identificata col proprio ceto sociale, farà i comodi dello stesso perché lo considererà un proprio tornaconto. Se la persona è identificata con la propria famiglia, lavorando duramente per questa lo considererà un proprio tornaconto. Se una persona si identifica con la propria terra o la propria patria, morire per questa lo considererà un proprio tornaconto. E’ una questione di mentalità: il rajas agisce per il proprio tornaconto.
Una persona rajasica è attiva, piena di interessi, dinamica, capace. Per ottenere il proprio risultato può reggere grandi fatiche. Se compie sacrifici è sempre pronto a farli notare per attirare l’ammirazione altrui. Ama le sostanze eccitanti, che sembrano aumentare la produttività. Ama vestirsi di colori accesi e vivi. Se compie qualche sforzo è certamente per un guadagno.

Personalità Sattva

Se hai una percentuale più alta di Sattva, puoi manifestare i seguenti aspetti. La persona sattvica è sobria, agisce secondo tempo, luogo e circostanza cercando di armonizzare il suo benessere con il benessere altrui e il rispetto per l’ambiente che lo circonda. Ha cuore ed è sensibile alla sofferenza altrui. Non desidera esserne causa. Chi è in sattva non crede che possa esistere la felicità a scapito degli altri. La persona sattvica soffre se, anche involontariamente, infligge del male ad un’altra creatura. Di solito la persona sattvica si comporta con gentilezza e sensibilità. Ha un parlare dolce e veritiero. Sa compiere sacrifici per la propria crescita, per la propria purificazione o per il bene degli altri. Senza desiderare niente in cambio. Ha un forte senso del dovere e ha la lungimiranza per capire ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Per questo agisce senza attaccamento al risultato, ma come dovere. Questo rende la mente pacifica e disposta nel presente, senza ansia del futuro (rajas) o catene nel passato (tamas). Ha una visione spirituale che le permette di comprendere che tutto è in relazione con l’Assoluto e perciò: l’ambiente, le persone, gli animali, le piante vanno rispettati, curati e amati. La veridicità, gli alti valori morali, la spiritualità sono degli ornamenti della persona che si situa nel sattva guṇa. Ancora, il sattva cerca l’armonia perché è nell’armonia che si può trovare la pace.

Lotta tra i guṇa

I guṇa sono leggi di trasformazione. Sono delle energie in costante movimento, con la tendenza a predominare l’una sull’altra. Ogni essere è soggetto a questa competizione interna, a questa eterna lotta. Possiamo dunque decidere di diventare soggetti passivi o attivi a queste trasformazioni. Possiamo fare leva sul nostro libero arbitrio. Possiamo cercare di situarci gradualmente in virtù e, da quella posizione ancora instabile, cercare di penetrare la metafisica śuddha sattva. In qualunque posizione siamo situati nel fenomeno, a meno che non siamo situati in pura virtù – la cui coscienza per definizione è al di là del fenomeno – saremo sempre in pericolo di essere coperti dai guṇa più bassi, tamas e rajas. Occorre dunque capire come uscire da questi pericolosi legami, come spezzare le catene dei guṇa.

Calcola Gratis la tua Personalità Vedica

Situarsi in Sattva guṇa 

Questo prevede due punti su cui possiamo lavorare per situarci in sattva: cosa entra dentro di noi e cosa esce da noi. Ciò che entra deve essere sattviko e ciò che esce pure. In questo modo possiamo situarci a quel livello. Questo chiaramente è anche un modo per capire il guṇa di un’altra
persona, un ambiente o una particolare situazione. Per aumentare il nostro grado di Sattva dovremo frequentare persone sattviche,  stare in ambienti sattvici e mangiare cibi in sattva guṇa 

Persone Sattviche

Sono persone che ci fanno evolvere, che portano fuori il lato migliore di noi stessi. Sono persone che ci ricordano le nostre responsabilità e i nostri obiettivi superiori. Sono amicizie costruttive e evolutive.

Ambienti Sattvici

Sono ambienti in cui si pratica vita spirituale e ci si illumina con la conoscenza. Sono gli ambienti puliti, dove si è dediti all’avanzamento spirituale e dove si cercano di vivere gli ideali di armonia e di servizio.

Cibi Sattvici

E’ il modo di mangiare non violento, vegetariano, di cibi pieni di nutrienti, naturali, freschi. Fatti di verdure, cereali, legumi combinati in modo armonioso in succulente ricette. I cibi graditi a coloro che sono situati nella virtù accrescono la durata della vita, purificano l’esistenza e danno forza e salute, felicità e soddisfazione. Questi alimenti sono succosi, grassi, sani e graditi al cuore.

Saper leggere il futuro

Saper leggere – negli avvenimenti, nei comportamenti, nelle abitudini e nell’ambiente – la presenza di queste tre qualità e – con un’analisi più accurata – la loro percentuale, aiuta a comprendere e leggere la direzione in cui la trasformazione sta avvenendo. Prima ancora che questo sia comunemente immaginabile. Se individuiamo il predominare di un’energia tamasica, siamo certi che il progetto o la relazione andrà inevitabilmente verso la sconfitta, la dissoluzione e la distruzione. Questo è inevitabile a meno che non apportiamo delle modificazioni coscienti alla situazione. Allo stesso modo, l’energia rajasica porterà alla creazione del progetto o all’innesco della relazione ma, senza un potente apporto di quella sattvica, il rajas spegnerà il suo fuoco, bruciando voracemente il sentimento, lasciando solo la cenere inevitabile del tamas.

Astrologia Vedica

Vuoi comparare il Test che hai appena fatto con il risultato della tua carta? Premi qui sotto e calcola il tuo Ascendente Vedico. Guarda nella tua Carta Natale qual’è il guṇa del tuo Ascendente (secondo la Tabella che trovi sopra) e osserva se ci sono Pianeti o se ci sono Pianeti che hanno un aspetto. In questo modo puoi farti un idea del tuo guṇa predominante.

Calcola gratis il tuo Ascendente Vedico

Nell’Astrologia Vedica – che trae le sue origini dalla stessa filosofia della Bhagavad gītā – il concetto dei guṇa è fortemente presente. Ogni pianeta è connesso all’energia di questi tre guṇa, così come ogni Segno Zodiacale

In particolare la Personalità Vedica si vede dall’Ascendente. Il Segno dell’Ascendente, il Reggente dell’Ascendente, i Pianeti in Ascendente e i Pianeti che hanno un aspetto sull’Ascendente creano il guṇa predominante della persona. Sotto trovi una Tabella tratta dal mio Corso di Astrologia Vedica Modulo 2.

T = Tamas; R = Rajas; S = Sattva