Eclissi Solare del 13 Luglio 2018

Eclissi Solare del 13 Luglio 2018

Il 13 Luglio 2018 ci sarà un’Eclissi Solare Parziale la cui ombra prenderà le zone del Polo Sud e una parte dell’Australia. Non sarà visibile in Italia. L’Eclissi ha un effetto anche nelle zone in cui non è visibile, anche se in proporzione minore. L’Eclissi Solare, come di consueto, sarà seguita da un’Eclissi Lunare il 27 Luglio. Se non sai cos’è un’eclisse leggi qui.

Le eclissi muovono il mondo, muovono i grandi avvenimenti. Ma allo stesso tempo le eclissi hanno una grande influenza su di noi. Durante l’Eclissi il Sole – che rappresenta la vita, l’anima, i leader politici, il padre, il successo – viene oscurato dal lato oscuro della Luna, il nodo lunare chiamato Rahu. Rahu è rappresentato da una testa, piena di desideri, senza corpo. Acerrimo nemico del Sole, nell’immaginario Vedico, Rahu prova ad inghiottire l’energia solare, senza poterla mai digerire. L’assenza di luce, l’oscurità, porta periodi di transizione estremi come la nascita (nel ventre materno la luce è completamente oscurata) e la morte. Ogni cambiamento, ogni trasformazione, è una coppia di opposti: qualcosa muore e qualcosa nasce. Solo l’Atma, il sé, rimane immune dalla dualità – essendo di natura eterna e immutabile – proprio come il Sole non può essere in definitiva ucciso da Rahu, ma solo momentaneamente coperto. Questa metafora lascia intravvedere le enormi possibilità spirituali dell’Eclissi.

Ma da una prospettiva materiale, l’effetto dell’eclissi è difficilmente positivo e necessita di rimedi.

L’effetto dell’eclissi può essere sentito fino a diverse settimane prima dell’evento, e perdura per almeno sei mesi. In particolare 10 giorni prima dell’Eclissi Solare e 3 giorni prima dell’Eclissi Lunare non bisognerebbe assolutamente fare alcuna scelta importante, perché la mente può essere completamente ottenebrata da Rahu.

Come sapere se questa eclissi ha il potere di influenzarti? Continua a leggere.

Chi è influenzato dall’Eclissi

Chi è influenzato dall’eclissi dovrebbe controllare la sua Carta Natale per vedere l’impatto che l’Eclissi può avere nella sua vita e i possibili rimedi. In particolare controlla:

  • Se sei nato intorno al 13 Luglio.
  • Se sei nato nello stesso mese dell’eclissi (Ashada), ovvero tra il 29 Giugno e il 28 Luglio. Specialmente se hai il Sole Natale nella stessa Nakṣatra dell’Eclisse (Purnarvasu).
  • Se sei nato prima del 13 Luglio sentirai gli effetti dell’eclissi dopo il 13 luglio.
  • Mentre se sei nato dopo il 13 luglio hai probabilmente sentito l’influsso dell’eclissi nei sei mesi che sono già passati e ti sentirai meglio dopo il 13 luglio.
  • L’eclissi accade in Punarvasu Nakṣatra, perciò se hai la Luna in Punarvasu (पुनर्वसु) hai bisogno di specifici rimedi per la tua vita personale.
  • Se il tuo nome inizia per ‘Ke’, ‘Ko’, ‘Ha’ o ‘Hi’, l’Eclissi potrebbe avere un impatto sulla tua reputazione.
  • Se hai l’Ascendente e/o il reggente dell’Ascendente in Punarvasu Nakṣatra 

Rimedi

Come rimedi generali, prima dell’Eclissi si dovrebbe digiunare almeno 12 ore prima. L’Eclissi massima accade alle 4:48 del mattino del 13 Luglio. Sarebbe bene non dormire durante l’Eclissi (visto che è la mattina presto). Svegliati presto per recitare il Maha Mantra (Hare Kṛṣṇa, Hare Kṛṣṇa, Kṛṣṇa Kṛṣṇa, Hare Hare/ Hare Rāma, Hare Rāma, Rāma Rāma, Hare Hare) e fai una doccia prima di meditare.

Che la parte luminosa prevalga sull’oscurità.

oṁ asatō mā sadgamaya

tamasō mā jyōtir gamaya

mr̥tyōrmā amr̥taṁ gamaya

“Portami dalla falsità alla verità / dall’oscurità alla luce / dalla morte all’immortalità”.

Se vuoi un maggiore approfondimento, continua a leggere.

L’Eclissi Solare a Kurukṣetra

Nel decimo canto del Bhāgavata Purāṇa troviamo i seguenti versi (10.82.1-2):

athaikadā dvāravatyāṁ

 vasato rāma-kṛṣṇayoḥ

sūryoparāgaḥ su-mahān

 āsīt kalpa-kṣaye yathā

Una volta, mentre Balarāma e Kṛṣṇa vivevano a Dvārakā, accadde una grande eclissi solare, proprio come se il giorno di Brahma fosse arrivato al termine.

taṁ jñātvā manujā rājan

 purastād eva sarvataḥ

samanta-pañcakaṁ kṣetraṁ

 yayuḥ śreyo-vidhitsayā

Conoscendo l’arrivo dell’eclissi, oh Re, molte persone si recarono nel luogo di pellegrinaggio chiamato Samanta-pañcaka, con lo scopo di ottenere crediti positivi.

Questo verso descrive l’avvenimento in cui Kṛṣṇa, Balarāma e gli Yādava, la dinastia della Luna, si recarono a Samanta-pañcaka, prima dell’avvento di un’eclissi solare avvenuta più di 5000 anni fa. In quell’evento Kṛṣṇa e Balarāma incontrarono gli abitanti di Vṛndāvana dopo una lunga separazione. Il desiderio degli abitanti di Vṛndāvana di riportare Kṛṣṇa e Balarāma nel loro bucolico paradiso – rapendoli dalle corti regie in cui erano costretti a stare, seguendo il loro Dharma da principi – è la genesi del primo festival del Ratha-yātrā.

Il luogo di Samanta-pañcaka

Samanta-pañcaka si trovava vicino al distretto di Kurukṣetra. A Kurukṣetra avverrà la famosa battaglia e verrà enunciato il famoso dialogo della Bhagavad-gītā. Ma questa Eclissi Solare accadde, secondo Śrīla Sanātana Gosvāmī, prima del sacrificio Rājasūya di Mahārāja Yudhiṣṭhira e, quindi, prima che Duryodhana deprivò Yudhiṣṭhira del regno e mandò i Pāṇḍava in esilio.

È un fattore molto interessante perché l’Eclissi Solare ha fortemente a che fare con i cambiamenti geo-politici del mondo. Tra i partecipanti a questa Eclissi Solare, a Samanta-pañcaka, i Pāṇḍava sarebbero stati, da lì a poco, mandati in esilio in seguito ad un gioco d’azzardo vinto con l’inganno e loro moglie Draupadī sarebbe stata umiliata nell’assemblea. Questo è il potere dell’energia di Rahu. Rahu è uno dei nodi lunari, che è capace di creare l’eclissi. Dopo l’esilio dei Pāṇḍava, si sarebbe combattuta la sanguinosa battaglia di Kurukṣetra, vicino a Samanta-pañcaka, proprio dove i futuri combattenti erano riuniti per ottenere meriti spirituali.

Eclissi come fenomeno karmico

Non solo gli Yādava si recarono a Samanta-pañcaka, bensì persone da tutta Bhārata-varṣa, da tutto il mondo, si recarono in luoghi di pellegrinaggio per “utilizzare in modo positivo” l’energia dell’Eclissi.

Il commentatore Bhaktivedanta Swami Prabhupāda, in relazione al verso 10.8.2, riferisce:

Gli astronomi Vedici di 5000 anni fa potevano predire le eclissi del sole e della luna proprio come ora fanno i nostri moderni astrologi. La conoscenza degli antichi astronomi andava molto oltre, per il fatto che potevano comprendere le influenze karmiche di quegli eventi. Le eclissi solari e lunari sono generalmente di cattivo auspicio, con qualche rara eccezione. Ma proprio come il giorno di Ekādaśī che altresì è di cattivo auspicio, quando è utilizzato per la glorificazione di Hari diventa benefico, così il giorno dell’eclissi è favorevole al digiuno e alle pratiche spirituali.

Se ti va, il giorno dell’eclissi puoi meditare, leggere o approfondire la storia dello Śrīmad-Bhāgavatam che parla dell’Eclissi Solare e dell’incontro dei Re a Samanta-pañcaka che trovi nel 10 canto, capitolo 82.

Premakumar das

Scopri l'effetto dell'Eclissi su di te